Alex Testa, il maggior esperto di Turismo Cannabico in Italia, presenta il suo nuovo chiacchieratissimo libro, che sta giá facendo imbestialire e preoccupare migliaia di padri e madri di famiglia, proibizionisti, poliziotti e cattolici conservatori


IL TURISMO CANNABICO


La guida definitiva che va oltre i coffee shop di Amsterdam. Per l’Italiano adulto* che lavora, fuma le canne da anni, vuole scoprire la vera cultura della marijuana nel mondo, e non ha piú voglia di rotture di coglioni

*vietato ai minori di anni 25

“Turismo Cannabico” non vuol dire andare ad Amsterdam a sfondarsi di spinelli, come fanno i ragazzini appena compiono 18 anni (quello puoi farlo a casa tua, senza neanche muoverti dal divano).

  • angle-double-right
    Cos’é un sommelier della cannabis?
  • angle-double-right
    E uno chef della marijuana?
  • angle-double-right
    Esiste ancora la marijuana che ci fumavamo negli anni '80, quella che non ti stendeva sul divano con 2 tiri?
  • angle-double-right
    Dove trovo la chiesa della ganja piú vicina a casa mia?
  • angle-double-right
    Qual’é il paese a 2 ore di volo dall’Italia, dove l’erba dá lavoro a 800.000 persone, ma quasi nessuno ci va in vacanza (e perché)?
  • angle-double-right
    Qual’é lo “strano” rapporto che i Jamaicani hanno con l’hashish?
  • angle-double-right
    Perché i politici italiani NON sono corrotti, e perché non è quello il vero problema della legalizzazione della marijuana in Italia?


Mentre in Italia la marijuana continua ad essere un tabú di cui nessuno parla, all’estero i consumatori di cannabis non si devono nascondere, e cosí hanno creato intorno all’erba una cultura, una vita, un lavoro e momenti di socializzazione (proprio come noi, al bar e al ristorante). 


Turismo Cannabico significa quindi fuggire dall’ignoranza dei proibizionisti nostrani, e immergersi in un’altra societá, dove la marijuana é veramente libera.


OPPURE

Grazie a questo libro, non solo diventerai un vero esperto di marijuana, scoprendo curiositá e aneddoti sulla cannabis che ancora in pochi conoscono (e che ti permetteranno di stupire tutti i tuoi amici, che improvvisamente ti vedranno come un grande esperto del tema), ma troverai anche la mia guida passo passo per pianificare al meglio la tua prima vacanza cannabica. Non c’é bisogno di andare in India: le migliori destinazioni sono a un paio di ore di aereo da casa tua.

Compra questo libro in fretta: contiene informazioni talmente dettagliate che la polizia potrebbe ritirarlo dal mercato da un momento all’altro. E poi non lo trovi più.


Compralo ora, prima che sia troppo tardi.


OPPURE


All'interno del libro, scoprirai:

  • stop
    Perché il Turismo Cannabico non é una cosa adatta ai ragazzini, e perché se il tuo obiettivo é andare a sballarti ell’estero per pochi soldi, é il caso che giri al largo da questo libro (e da me in generale. Ti confesso che ho poca pazienza con questa gente);
  • stop
    Come mai, per immergerci fino al collo nella vera e profonda cultura della marijuana, dobbiamo per forza varcare la frontiera italiana e catapultarci all’estero, dove i consumatori di cannabis hanno giá potuto creare delle cose che noi in Italia non riusciamo neanche a immaginare (perché tra l’altro i giornalisti non ce le raccontano);
  • stop
    Cos’é un sommelier della cannabis, e in quale cittá europea puoi scovarne facilmente uno, che ti svelerá tutti i suoi segreti (NON é Amsterdam);
  • stop
    Come mai la marijuana é ILLEGALE in Olanda (non te l’aspettavi, vero), e perché se in Italia hanno sequestrato 120.000 piante di marijuana nel 2014, in Oland​​​​a la polizia ha tagliato, sequestrato e distrutto un milione e seicento mila (letteralmente andate in fumo!);
  • stop
    Perché quella storia del lucido da scarpe nell’hashish é una c**zata clamorosa, e cosa invece infilano nell’hashish che ti fumi ogni giorno (te lo dimostreró andando fin dentro nella fattoria dove producono il tuo hashish, e aggiungeró schiaccianti prove di laboratorio, altrimenti scommetto davvero che non ci crederesti mai);
  • stop
    Come si fa ad entrare nella cucina di uno chef della marijuana, che tra pentole che bollono e frullatori che tritano, puó rivelarti il suo menu cannabico segreto, cosí anche tu potrai stupire i tuoi amici, alla prossima cena che organizzerai a casa tua;
  • stop
    Quali sono le migliori destinazioni per il turismo cannabico oggi, partendo dall’Italia, senza dover saltare su un aereo e farti migliaia di chilometri per arrivare in India, o attraversare l’oceano per visitare gli USA: cosí non hai bisogno di un mese di ferie, ma ti bastano un fine settimana o 7 giorni di vacanza;
  • stop
    In quale Paese, a sole due ore di volo dall’Italia, la marijuana dá lavoro a piú di 800.000 persone, e perché quasi nessuno vá a visitare quegli immensi campi di maria, anche se ogni anno milioni di turisti ci vanno in vacanza;
  • stop
    Da quale paese arriva l’80% dell’erba che ci fumiamo in Italia, e perché invece é una pessima idea andare a visitare quei campi di marijuana (infatti lá nessuno rischia la vita per andarci in vacanza);
  • stop
    Che cosa sono i Cannabis Social Club spagnoli, e perché i turisti italiani riescono a entrare solo nei Club di serie C, che sono l’equivalente del McDonald della cannabis, strapieni di ragazzini diciotteni stranieri che viaggiano per sballarsi, fanno casino e vomitano nei bagni, quando invece potresti tranquillamente infilarti in un Club di serie A, ovvero un tre stelle Michelin della Ganja, dove é ammessa solo gente adulta e dove puoi scoprire cosa significa davvero la legalizzazione per le persone normali, adulte, che lavorano e fumano marijuana;
  • stop
    L’unico vero trucco (completamente legale) per evitare di comprare marijuana e hashish al mercato nero, anche se vivi in Italia, non vuoi produrre marijuana a casa tua, non hai un amico coltivatore, e non conosci nessun dottore corrotto che puó farti la ricetta medica per comprarla in farmacia;
  • stop
    Lo “strano” rapporto che i Jamaicani hanno con l’hashish, e perché dovresti pensarci due volte prima di partire per questo paradiso caraibico se il tuo obiettivo é andare a toccare con mano la cultura della marijuana locale;
  • stop
    Perché gli impiegati dei dispensari di marijuana degli Stati Uniti si aggirano per le strade di Denver trascinandosi dietro pesantissime valige strapiene di dollari, anziché andarli a depositare comodamente in banca;
  • stop
    Perché negli USA rischi di farti arrestare e reimpatriare per direttissima, per solo mezzo grammo di marijuana, anche se sei in uno stato dove la marijuana é perfettamente legale anche per scopi ricreativi (tipo il Colorado);
  • stop
    Qual’é il metodo specifico, passo passo, che puoi seguire anche tu se vuoi organizzare la vacanza cannabica piú supefacente della tua vita (é esattamente quello che tulizzo anche io!);

Insomma, un libro cosí non l'hai mai letto in vita tua. E sono davvero stupito che la Polizia non l'abbia ancora sequestrato e ritirato dal mercato (probabilmente non se ne sono ancora accorti, ma potrebbero intervenire da un momento all'altro).


Se anche tu come me sei curioso di sapere cosa sta succedendo al di fuori dall'Italia riguardo alla marijuana, e sei stufo di essere disinformato dai giornalisti proibizionisti di regime, compralo subito, prima che sia troppo tardi!


OPPURE